Cassine

L’esistenza di un centro denominato Cassine è documentabile dal X secolo. Il primo nucleo fortificato (castrum) è sorto sull’attuale area occupata dalla Ciocca, chiesa di San Francesco e palazzo comunale, attorno al castum nasce un nuovo insediamento che, tra il IX ed il XIII secolo, acquista sempre maggiore consistenza: ciò è verificabile nel concretizzarsi di un’autonomia comunale parallela all’emergere della “civitas nova” di Alessandria. Nel 1203 Cassine viene denominata “oppidum“, termine che attesta l’esistenza di un nucleo fortificato. Nel XIV – XV secolo sorge un nuovo nucleo fortificato al limite superiore del paese (Guglioglio) e si definiscono precise aree urbane che assumono il nome delle porte ad esse collegate.

Principali testimonianze architettoniche medioevali:

Ponte sul Rio Bicogno, antica struttura medioevale con riplasmazioni ottocentesche. In capo al ponte, sul lato verso il concentrico, sorgeva la “Porta Plan”, demolita nei 1860.

In via Trotti Antica casa-forte, edificio medioevale con parametro “a vista”, monofore a feritoia e finestre arcate.

In Via IV Marzo, Portello, vestigia di un arco in mattoni, una delle cinque porte urbiche di cui era munita la cinta difensiva di Cassine.

Su via Roma Casa Pero, edificio che presenta una facciata con elementi architettonici del periodo gotico (finestre ad ogiva tamponate) ed un fregio decorativo in mattoni, Casa Pellizzari, attuale sede dell’arcipretura, presenta un impianto medioevale successivamente sopraelevato ed arricchito, sul fronte sud, da un loggiato tardo rinascimentale.

In via del Municipio Casa Siria, edificio tardo medioevale caratterizzato da un intonaco graffito, con motivi a punta di diamante e stemmi nonché formelle in cotto decorato da motivi vegetali; Casa Arcasio ora Paglia, complesso architettonico di vaste proporzioni che presenta all’interno elementi murari medioevali, un cortiletto con portico e loggia tardo rinascimentali e Casa Mazzoleni, edificio con facciata tardo medioevale caratterizzata in basso da una struttura porticata e antiche botteghe. Il lato nord è affiancato da un suggestivo vicolo con archetti antisismici e pavimentazione in ciottoli.

Sulla Piazza Vittorio Veneto Chiesa e Convento di San Francesco

La chiesa sorge tra la fine del secolo XIII e l’inizio del XIV per opera di Minori Conventuali Francescani. All’interno di particolare rilievo, ciclo di affreschi trecenteschi nella sala capitolare e nella cappella di San Michele. Affreschi tardogotici di cultura lombarda nella cappella di San Giovanni.

In Via San Realino Chiesa di San Giacomo, Alcuni elementi della facciata e del fianco nord presentano caratteri romanici. L’interno a tre navate è il risultato di interventi di ristrutturazione che non permettono di leggere completamente la struttura originale. Affrescata sul primo pilastro a sinistra un’immagine di Madonna con Bambino del secolo XV. Altri frammenti, strappati dalla cappella dell’Immacolata, sono conservati, parte limitrofo palazzo Zoppi, parte Galleria Sabauda di Torino. Campanile del secolo XV; Palazzo Zoppi, aggregazione di edifici tardo medioevali. All’interno cortiletto porticato con arcate ad ogiva e decorazioni pittoriche con motivi araldici e velari. Al primo piano si conserva parte di un importante ciclo pittorico di cultura lombarda della metà del secolo XV, con scene di vita cortese, raffigurazioni allegoriche e decorazioni geometriche;

Palazzo Buzzi-Pietrasanta, esempio di trasformazione tipologica da una più arcaica struttura di casa-torre medioevale, ad un impianto tardo rinascimentale di casa-corte, in relazione ad un’economia di tipo rurale, presenta sulla via una torre con monofore e bifore tamponate e bel fregio terminale in mattoni. Casa Pietrasanta, presenta i resti di un’antica torre medioevale, di particolare rilievo il portale principale datato 1548, che presenta una ricca decorazione con motivi tratti dal repertorio classico, denunciando una cultura rinascimentale aulica e raffinata.

  • Chiesa S_Francesco interno02a

  • SFSalCap6

  • San FrancescoFacciata

Eventi

Corso ed esibizione di Danza Antica Rinascimentale - 18 Giugno 2017

Corso di ricostruzione storica della danza antica e esibizione di danza rinascimentale
Istituto per la Ricostruzione delle Arti e dei Costumi
Tel. 328 4562004

Cassine – Chiesa di San Francesco

Contatti